rainSPOT

Quadro regionale delle precipitazioni

Il rainSPOT mostra le precipitazioni in prossimità del luogo selezionato. Se il rainSPOT mostra degli intervalli di 3 ore (es. 08:00, 11:00, 14:00...), il rainSPOT per le 11:00 mostra le precipitazioni dalle 08:00 alle 11:00. I dettagli delle precipitazioni (quantità, probabilità, ore, etc) sono generalmente descritti sopra il rainSPOT, nel pictocast.

rainSPOT per un intervallo di 3 ore - Basilea

rainSPOT per un intervallo di 3 ore - Basilea

Colori dell'intensità delle precipitazioni

Colori dell'intensità delle precipitazioni

Il rainSPOT funziona come il rainNOW, vale a dire con un'aggregazione di celle della griglia del modello in modo che il luogo selezionato si trovi al centro dello spot. La posizione del luogo non è sempre al centro della cella, potete essere lontani di qualche metro, perfino qualche chilometro, dal centro dello spot secondo la risoluzione del modello. Quindi, siete sempre al centro o vicini dal centro - qualsiasi luogo selezionerete, anche in montagna o in mare. Il sistema meteoblue, grazie alla sua copertura globale, vi permette di vedere un rainSPOT per qualsiasi luogo nel mondo. Il raggio del cerchio è indicato a sinistra dello spot. La legenda dei colori è mostrata qui a destra.

Le precipitazioni possono cadere sotto forma di pioggerella, pioggia, grandine o neve. Maggiori informazioni sulla conversione dell'acqua in altezza della neve sono disponibili sulla nostra pagina precipitazioni.
    
Il rainSPOT è un'invenzione di meteoblue. meteoblue pubblica il rainSPOT per la prima volta nel giugno 2008, e nel frattempo è reso disponibile per ogni luogo nel mondo. Al 2013, nessun altro servizio meteorologico è stato capace di copiare questo formato di presentazione delle previsioni.

rainSPOT mostra le precipitazioni – spot on!

Applicazioni e particolarità

Il rainSPOT mostra la distribuzione delle precipitazioni previsti intorno del luogo scelto, e quindi permette un migliore riconoscimento dei possibili sviluppi. Mediante la distribuzione, è possibile identificare il modello di precipitazione previsto:
• Persistente, precipitazione che dura, come nel centro di zone di bassa pressione, o durante la stagione dei monsoni in zone tropicali;
• Una fronte di precipitazioni, che passa sopra il luogo scelto;
• Temporali, con una breve attività di precipitazioni spazialmente limitata;
• Rovesci, che cadono con distribuzione irregolare soprattutto ad altitudini più elevate;
• Precipitazione puntuale, individuale che viene attivata da eventi specifici (come "downburst"), o anche (a volte anche sbagliate) misurazione locali.

In montagne alte, la precipitazione si verifica spesso molto localmente (in collina o sulla sommità), mentre il rainSPOT la mostrerà in una 10 (o 12)-km cella della griglia per l'area intera. Precipitazione può tuttavia rientrare solo in parti di tale area. Ad esempio, una quantità di precipitazione di 1 mm 10 x 10 km può indicare, che la precipitazione di 1 mm cade nella area intera, o che 2 mm cadono sulla metà dell'area (e nulla nel resto), o che 10 mm cadono su un decimo della superficie (e nulla nel resto), o che 100 mm di precipitazione cadono su un centesimo della area (e nulla nel resto), a seconda del tipo di precipitazione e del terreno.
Nelle zone con radar o rilevamento satellitare di precipitazioni, dati da rainSPOT (e Meteogramma) saranno regolati utilizzando le misurazione di precipitazione più recenti disponibili.

In Europa, la risoluzione spaziale per i primi 3 giorni è di 3-4 km, e quindi diverso dalla risoluzione più vasta gamma di 12 km per la previsione di giorno 4 a 7. Questa può anche cambiare nelle altre aree, secondo gli modelli attualmente utilizzati.

Questo dovrebbe essere considerato quando si interpretano le previsioni, soprattutto nelle zone collinari, ed per i prossimi giorni.